Prorogato fino al 2019 il Bonus Cultura di 500 euro per i neo 18enni – Nei prossimi giorni sarà in discussione in Parlamento la Legge di Bilancio. Già trapelano le prime indiscrezioni circa i contenuti della manovra finanziaria 2018 targata Padoan. Una delle principali novità consisterà proprio nella proroga per tutto il 2018 e fino al 2019 della famosa carta da 500 euro destinata ai giovani 18enni. Questi ultimi potranno spendere questa somma in molte attività culturali, tra le quali: per l’ingresso ai musei, per i concerti, per gli spettacoli teatrali e per altro ancora.

290 milioni di euro annui per il 2018 e il 2019, necessari per prorogare l’utilizzo del Bonus cultura destinato ai neo 18enni

La legge di bilancio nei prossimi giorni dovrà essere discussa in Parlamento. Si apprende tra l’altro che la stessa prevede anche una proroga del famoso bonus cultura per i 18enni. All’interno della manovra sono stati inclusi 290 milioni di euro annui per il 2018 e il 2019, necessari per prorogare l’utilizzo della card da 500 euro destinati ai giovani residenti in Italia che compiono 18 anni.

La manovra in discussione, conterrà al suo interno la descrizione di quanto previsto l’anno precedente, ovvero: “Il bonus potrà essere utilizzato per i consumi culturali dei giovani beneficiari, permettendo loro di acquistare libri, musica, biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche, l’accesso a musei, mostre, aree archeologiche, gallerie, monumenti e parchi naturali”. Insomma, le possibilità di poter spendere la somma su indicata ricalca in toto l’ampia scelta dell’anno precedente.

Il ministro Dario Franceschini dichiara il suo personale impegno per recuperare le risorse necessarie alla proroga del Bonus cultura 18enni

Relativamente a questo argomento bisogna fare una precisazione importante. L’unica differenza riscontrata tra il testo definitivo della prossima manovra finanziaria e quello degli anni precedenti è rappresentata dalla mancanza di una specifica norma che stabilisce con esattezza quale ministero deve farsi carico dello stanziamento delle risorse per la card stessa.

In queste ore, però, il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, facendo riferimento a questo argomento, dichiara il suo personale impegno: «La legge di bilancio 2018 conferma l’impegno del governo a favore della cultura, autentica leva di crescita economica, sociale e civile del paese”. Lo stesso ministro sottolinea ancora come nella manovra ci siano “nuove risorse per confermare la card per i diciottenni, per assumere 200 nuovi professionisti dei beni culturali, per promuovere la lettura, per il turismo culturale e per la valorizzazione del sistema museale nazionale”. Le risorse di cui sopra sono state inserite nella tabella del suo dicastero, ovvero in quello della cultura.

Il ministro Franceschini annuncia un’altra novità contenuta nella manovra finanziaria 2018: l’IVA agevolata al 10% per i concerti

Tra le principali novità contenute nella prossima Legge di bilancio ci sarà spazio anche per l’introduzione dell’IVA agevolata al 10% per incrementare l’offerta culturale relativamente all’organizzazione di concerti. La stessa identica cosa che avviene oggi per gli spettacoli teatrali.

Successivamente il ministro Franceschini ha preannunciato anche lo stanziamento, da parte del suo dicastero, di altre risorse per accelerare la ricostruzione del patrimonio ecclesiastico e delle chiese a seguito del devastante sisma occorso in centro Italia.

Infine, il ministro si sofferma su un ulteriore finanziamento necessario alla crescita culturale della nostra nazione, in particolare fa riferimento ad una somma di otto milioni di euro necessaria per incrementare le risorse in favore del sistema museale italiano: di cui quattro milioni saranno destinati per l’acquisto di opere d’arte, di libri e di beni archivistici e 3 milioni per finanziare un fondo per la tutela e la promozione del libro e della lettura.