Il personale docente, educativo e ATA con contratti a tempo indeterminato è idoneo a presentare domanda per la trasformazione del proprio contratto di lavoro full-time in part-time, al fine di modificare l’orario di lavoro o per richiedere il rientro al lavoro full-time.

Part-time scuola A.S. 2024/2025: chi può fare domanda e scadenza

Il 15 marzo 2024 segna la data limite per i professionisti del settore scolastico interessati a modificare la propria tipologia contrattuale, passando da full-time a part-time e viceversa. Questa opportunità è destinata esclusivamente ai docenti, personale educativo e ATA con contratti a tempo indeterminato, escludendo chi sta per instaurare un nuovo rapporto lavorativo.

Per richiedere la variazione contrattuale, è necessario utilizzare i moduli forniti dagli Uffici Scolastici Territoriali e inoltrare la propria domanda al dirigente scolastico per il successivo invio tramite PEC. I contratti di part-time stipulati avranno una durata minima di due anni, con proroghe automatiche annuali, eliminando la necessità per i titolari di presentare nuove domande.

Informazioni utili e criteri di priorità per il part-time

Si raccomanda di visitare il sito dell’UST di riferimento per ottenere tutti i dettagli e comprendere i criteri di priorità adottati nella valutazione delle domande. Le possibilità di ritorno anticipato al full-time saranno esaminate solo in presenza di esigenze motivate e dipenderanno dalla disponibilità di organico.

Fino al 15 marzo sarà possibile anche richiedere modifiche all’orario di part-time o alla tipologia di servizio, con le modifiche che entreranno in vigore dal 1° settembre 2024. L’UST pubblicherà l’elenco dei dipendenti autorizzati a lavorare part-time, assicurandosi che non superino il 25% del totale del personale a tempo pieno per ogni categoria.

Tipologie di part-time: orizzontale, verticale o misto

Nella domanda va specificata la tipologia di part-time desiderata: orizzontale, verticale o misto, garantendo che la durata del lavoro non sia inferiore al 50% del full-time. Per i docenti di scuola secondaria, è fondamentale mantenere l’unicità dell’insegnamento in linea con il piano di studi.

Per la compilazione della domanda, è essenziale fare riferimento ai modelli allegati alle comunicazioni degli Uffici Scolastici Territoriali competenti, assicurandosi di seguire tutte le indicazioni fornite.

LEGGI ANCHE

Segui i canali social di Scuolalink.it

Categorized in: